Uova e Colesterolo: amici o nemici? - studioacacia.it

Mito duro a morire, ma totalmente falso e senza alcun fondamento scientifico. L’uovo è uno degli alimenti più ricchi di colesterolo, ma la sua assunzione, anche quotidiana, non causa alcun aumento del colesterolo ematico cattivo LDL, anzi nel tempo favorisce un aumento graduale di quello buono HDL, come dimostrato da due recentissimi studi, uno svolto in Spagna, l’altro in Cina :  se si è in buona salute,  consumare uova, non comporta un aumento del rischio di malattie cardiovascolari. Le ragioni sono molto semplici : il colesterolo assunto con la dieta influenza solo il 10-20% del colesterolo ematico, il corpo possiede un sistema di regolazione endogeno che gli consente di produrre colesterolo in base alle esigenze reali del momento (attività fisica, introduzione con la dieta, età, etc..) in modo da contenere nella norma i suoi livelli ematici. Inoltre l’uovo è ricco di colina e di lecitina: la prima aiuta a depurare il corpo ed il fegato, facilitando lo svuotamento della cistifellea e quindi la digestione dei grassi e del colesterolo; la lecitina invece è un fosfolipide presente nel tuorlo dell'uovo che tende a contrastare l’assimilazione del colesterolo stesso. A lungo screditato, l'uovo è stato quindi completamente riabilitato dalla scienza, con grande cognizione di causa, visto il suo elevato valore nutrizionale. Proteine nobili, vitamine del gruppo B, vitamina A, un nutriente prezioso per la cute e per la vista, luteina e zeaxantina, due carotenoidi abbondanti nel tuorlo, che proteggono la retina, ma soprattutto l'uovo uno dei pochi alimenti che fornisce vitamina D in forma pienamente assimilabile dal corpo. Allora perché oggi stiamo ancora a chiederci “se possiamo mangiare l’uovo oppure no”, invece di domandarci se “è nato prima l’uovo o la gallina” ?

Segui il nostro canale Video





Regole nutrizionali

Zucchero, cereali e dolciumi, veleno per il tuo corpo, droga per la tua mente